La piattaforma di prestito di criptovalute fallita, BlockFi, ha erroneamente caricato informazioni finanziarie non censurate, rivelando la sua esposizione di 1,2 miliardi di dollari verso le ormai crollate FTX e Alameda Research, due società di proprietà di Sam Bankman-Fried.

Come riportato da CNBC, i dati finanziari precedentemente redatti della piattaforma di prestito di criptovalute sono stati erroneamente caricati martedì senza che le riduzioni fossero presenti in una presentazione finanziaria assemblata da M3 Partners, un consulente del comitato dei creditori.

I documenti non redatti mostrano che BlockFi ha 415,9 milioni di dollari in attività legate a FTX e 831,3 milioni di dollari in prestiti ad Alameda al 14 gennaio. Queste cifre sono molto più alte rispetto alle precedenti dichiarazioni pubbliche.

In precedenza, gli avvocati di BlockFi avevano rivelato che il prestatore di criptovalute in bancarotta aveva solo un prestito di 671 milioni di dollari ad Alameda e altri 355 milioni di dollari in asset digitali congelati sulla piattaforma FTX. Va notato che il valore degli asset digitali è salito da quella rivelazione, ma è ben lontano dalle cifre contenute nei documenti non secretati.

Guarda l’ultima sessione di FMLS22 su “Il marketing degli asset digitali sotto la lente d’ingrandimento”.

BlockFi è fallita

BlockFi, che ha presentato istanza di fallimento ai sensi del Capitolo 11 a novembre, offriva ai clienti prodotti di prestito di criptovalute con interessi. Aveva 662.427 utenti, di cui circa il 73% aveva un saldo inferiore a 1.000 dollari. Inoltre, la società ha generato un fatturato di soli 14 milioni di dollari nei sei mesi precedenti la dichiarazione di fallimento.

La società di criptovalute aveva 302,1 milioni di dollari in contanti e 366,7 milioni di dollari in attività digitali, con un patrimonio totale non rettificato di circa 2,7 miliardi di dollari.

Dopo il crollo dell’impero FTX di Bankman-Fried, il fondatore e direttore operativo di BlockFi, Flori Marquez, ha assicurato che “tutti i prodotti BlockFi sono pienamente operativi”. Tuttavia, la piattaforma ha interrotto i prelievi nel giro di un paio di giorni, seguiti da una dichiarazione di fallimento.

I problemi di BlockFi sono iniziati a metà del 2022 con la sua esposizione al fondo speculativo Three Arrows Capital, che ha subito un crollo. In seguito, FTX ha sottoscritto una linea di credito revolving da 400 milioni di dollari per la società di prestito di criptovalute come parte di un piano di salvataggio.

Inoltre, i recenti dati finanziari mostrano che BlockFi ha azzerato il valore del prestito Alameda e delle attività collegate a FTX. La società ha un buco di 1,3 miliardi di dollari in attività. Tuttavia, ha solo 668,8 milioni di dollari che sono liquidi e possono essere distribuiti.

La piattaforma di prestito di criptovalute fallita, BlockFi, ha erroneamente caricato informazioni finanziarie non censurate, rivelando la sua esposizione a 1,2 miliardi di dollari verso le ormai crollate FTX e Alameda Research, due società di proprietà di Sam Bankman-Fried.

Come riportato da CNBC, i dati finanziari precedentemente redatti della piattaforma di prestito di criptovalute sono stati erroneamente caricati martedì senza che le riduzioni fossero presenti in una presentazione finanziaria assemblata da M3 Partners, un consulente del comitato dei creditori.

I documenti non redatti mostrano che BlockFi ha 415,9 milioni di dollari in attività legate a FTX e 831,3 milioni di dollari in prestiti ad Alameda al 14 gennaio. Queste cifre sono molto più alte rispetto alle precedenti dichiarazioni pubbliche.

In precedenza, gli avvocati di BlockFi hanno rivelato che il prestatore di criptovalute in bancarotta aveva solo un prestito di 671 milioni di dollari ad Alameda e altri 355 milioni di dollari in asset digitali congelati sulla piattaforma FTX. Va notato che il valore degli asset digitali è salito da quella rivelazione, ma è ben lontano dalle cifre contenute nei documenti non secretati.

Guarda l’ultima sessione di FMLS22 su “Il marketing degli asset digitali sotto la lente d’ingrandimento”.

BlockFi è fallita

BlockFi, che ha presentato istanza di fallimento ai sensi del Capitolo 11 a novembre, offriva ai clienti prodotti di cripto-prestito a interesse. Aveva 662.427 utenti, di cui circa il 73% aveva un saldo inferiore a 1.000 dollari. Inoltre, la società ha generato un fatturato di soli 14 milioni di dollari nei sei mesi precedenti la dichiarazione di fallimento.

La società di criptovalute aveva 302,1 milioni di dollari in contanti e 366,7 milioni di dollari in attività digitali, con un patrimonio totale non rettificato di circa 2,7 miliardi di dollari.

Dopo il crollo dell’impero FTX di Bankman-Fried, il fondatore e direttore operativo di BlockFi, Flori Marquez, ha assicurato che “tutti i prodotti BlockFi sono pienamente operativi”. Tuttavia, la piattaforma ha interrotto i prelievi nel giro di un paio di giorni, seguiti da una dichiarazione di fallimento.

I problemi di BlockFi sono iniziati a metà del 2022 con la sua esposizione al fondo speculativo Three Arrows Capital, che ha subito un crollo. In seguito, FTX ha emesso una linea di credito revolving da 400 milioni di dollari a favore della società di prestito di criptovalute come parte di un piano di salvataggio.

Inoltre, i recenti dati finanziari mostrano che BlockFi ha azzerato il valore del prestito Alameda e delle attività collegate a FTX. La società ha un buco di 1,3 miliardi di dollari in attività. Tuttavia, ha solo 668,8 milioni di dollari che sono liquidi e possono essere distribuiti.

Share.

3 commenti

  1. 2 Endocrine therapy ET forms the backbone of systemic therapy for these cancers buy cialis online in usa Which laboratory test should a nurse anticipate a physician would order when an older person is identified as high risk for Diabetes Mellitus

Leave A Reply

Exit mobile version