L’implosione di FTX può aver intaccato la fiducia degli investitori e prolungato l’inverno delle criptovalute, ma questo non sembra essere un ostacolo per molte borse dal perseguire l’espansione attraverso fusioni e acquisizioni.

Una di queste è CrossTower, una borsa di criptovalute che starebbe valutando nuove acquisizioni di diversi tipi di società con una buona serie di clienti e un bilancio positivo.

Appetito per le acquisizioni

Kapil Rathi, amministratore delegato di CrossTower, ha dichiarato che gli investitori sono “cauti”, dato che l’attuale sentimento del mercato delle criptovalute si è inasprito. Secondo un articolo di Bloomberg rapporto, il dirigente ha affermato che l’azienda si trova in un “ottimo posto” nonostante l’incessante mercato orso. Il dirigente ha anche aggiunto,

“Siamo in una posizione ideale per acquisire entità che hanno un buon numero di clienti e un buon bilancio. Quindi stiamo guardando apertamente a diversi tipi di aziende dal punto di vista della crescita organica”.

Il presidente della società, Kristin Boggiano, ha rivelato in una dichiarazione che CrossTower ha “un’esposizione minima” al fallimento della società di criptovalute FTX. La società starebbe anche cercando di creare un fondo di salvataggio insieme ad alcuni dei suoi finanziatori. Rathi, tuttavia, ha affermato che l’azienda non ha attualmente intenzione di contribuire al fondo di recupero di Binance creato per sostenere i progetti in difficoltà.

Offerta Voyager

Lo sviluppo dell’acquisizione arriva settimane dopo che CrossTower ha annunciato l’intenzione di rivedere l’offerta per le attività di Voyager Digital. Come riportato in precedenza, FTX US si è assicurata l’offerta vincente per gli asset di circa 1,4 miliardi di dollari del prestatore di criptovalute in bancarotta.

La vendita degli asset sarà completata dopo l’approvazione di un piano del Capitolo 11 e di un accordo di acquisto di asset da parte del Tribunale fallimentare degli Stati Uniti per il Distretto meridionale di New York.

Tuttavia, l’11 novembre FTX e oltre 100 entità affiliate, tra cui FTX US, hanno presentato istanza di fallimento. Ciò ha indotto Voyager a riaprire il processo di offerta e lo stesso giorno è arrivata la nuova offerta rivista di CrossTower.

Il presidente di CrossTower non ritiene che i 3 milioni di dollari di esposizione di Voyager nei confronti di FTX siano un problema rispetto al valore potenziale della sua attività. Ha aggiunto,

“Tre diviso per 1,3 miliardi di dollari è un numero molto piccolo”.

Tra le altre società in corsa per rilevare gli asset di Voyager ci sono il gestore patrimoniale Wave Financial, che aveva partecipato alla sua precedente asta, e il braccio statunitense della borsa di criptovalute Binance, guidata da CZ.

Share.

Leave A Reply

Exit mobile version